Lunedì 1 luglio 2019, alle ore 20, presso il Teatro La Fenice di Venezia si svolgerà un evento di importante valore istituzionale e simbolico: “Omaggio a Venezia”, un concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri diretta dal Col. Massimo Martinelli assieme al violoncellista Giovanni Sollima.

L’evento è organizzato dal Comune di Venezia e dalla Fondazione Enzo Hruby di Milano impegnata per la protezione del patrimonio culturale italiano e, nello specifico, in un importante progetto di videosorveglianza del Teatro La Fenice.
Il concerto, che rappresenta un omaggio a Venezia, alla cultura e all’arte italiana, vedrà la partecipazione del violinista Gennaro Cardaropoli, un giovane talento sostenuto dall’Associazione Musica con le Ali.

In programma una scelta di pagine con un’ampia varietà di repertorio: si ascolteranno la Toccata per soli ottoni di Claudio Monteverdi; il Concerto in si bemolle maggiore per violino e violoncello RV 547 di Antonio Vivaldi trascritto per banda da Giovanni Sollima; il Finale dell’Aida di Giuseppe Verdi; lo straordinario Concerto per violoncello e orchestra di fiati di Friedrich Gulda; Moonlights, una selezione di brani dedicati alla Luna nel cinquantesimo anniversario del primo storico sbarco dell’uomo, arrangiati dal direttore Col. Massimo Martinelli; La Fedelissima di Luigi Cirenei, marcia d’ordinanza dell’Arma dei Carabinieri; l’Inno Nazionale Italiano di Michele Novaro, Il canto degli Italiani.
Insieme alla Banda dell’Arma dei Carabinieri e ai solisti Giovanni Sollima e Gennaro Cardaropoli saranno impegnati nel concerto anche i musicisti Giulio Tampalini (chitarra), Giuseppe Cacciola (batteria) e Virgilio Monti (contrabbasso).

Gli inviti per il concerto (biglietti numerati) potranno essere ritirati, massimo due a persona, a partire da sabato 22 giugno nella biglietteria del Teatro La Fenice, tutti i giorni dalle 10.00 alle 14.00, fino a esaurimento dei posti disponibili.
Per informazioni: tel. 02 38036625

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *